Il Club per l’Unesco di Amalfi e il nostro campo scuola sul mondo del volontariato

13 giugno 2017 alle 22:19

Far appassionare gli adolescenti al mondo del volontariato ed avvicinarli alle varie associazioni presenti sul territorio. Il Club per l’Unesco di Amalfi ha così aderito al progetto di Sodalis “Adolescenti e volontariato 2017” e insieme ad altre due associazioni della Costiera amalfitana (Acarbio e Millenium Amalfi), dal 9 al 12 giugno 2017 ha dato vita al primo campo scuola gratuito dedicato al mondo del volontariato.

L’escursione naturalistica con Gioacchino Di Martino

Presso la sede dell’associazione Acarbio che avendo spazi immersi nella natura si presta bene nel poter alloggiare tende, è stato installato così il quartier generale del campo e fatto diverse attività.

Venti ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Tramonti selezionati dalla stessa scuola, sono stati così impegnati per quattro giorni nella vita di campo. Tanti i temi trattati dai diversi volontari: da cos’è l’ Unesco e cosa sono i patrimoni dell’Umanità, ad argomenti come la protezione civile, nozioni di primo soccorso, esercitazioni pratiche sugli incendi, fino al recupero di un disperso in montagna, e a come amare i nostri amici animali e a riconoscere i serpenti (gli innocui e i velenosi). E poi escursioni nell’ambiente per far conoscere meglio il territorio.

Una vera interazione quotidiana tra i ragazzi e chi opera sul territorio per coinvolgerli in esperienze dirette e nelle attività formative grazie proprio alla collaborazione e sinergia tra le diverse associazioni. Molti di loro saranno i volontari del futuro e cittadini attivi. E lo scopo è quello di seguirli e farli sempre più avvicinare a questo mondo.

Ben undici i campi dislocati in tutta la provincia di Salerno (220 gli adolescenti impegnati) e che saranno organizzati in questa estate da diverse associazioni a Montesano sulla Marcellana, San Rufo, Pontecagnano, Montecorvino Pugliano, Salerno, Giffoni Valle Piana, Castel San Giorgio, Siano, Calvanico e Sant’Egidio del Monte Albino. Sicuramente una bella esperienza sia per le associazioni che per i ragazzi.